Servizi Sociali
16/02/2017
Servizi Sociali
Punti di accesso in cui è possibile effettuare istanze REI/RED
In Allegato gli indirizzi dei punti di accesso in cui è possibile fare istanza REI/RED nei comuni di Fasano, Cisternino e Ostuni con i relativi orari di apertura così come comunicati dai Caf e Patronati ad oggi convenzionati con il Consorzio.
Le domande potranno essere presentate anche dai singoli cittadini, accedendo direttamente con le proprie credenziali al
link www.sistema.puglia.it/reired2018.

Elenco punti di accesso istanze Rei/Red Ambito sociale di Fasano
Avviso pubblico per la concessione del contributo sostitutivo per il trasporto utenti disabili ai solo fini riabilitativi
Termine ultimo per la presentazione delle istanze il giorno 16 maggio 2018

SI RENDE NOTO CHE,

ai sensi dell’art. 46 della legge Regionale 25 febbraio 2010, n. 4 che disciplina le competenze in materia di trasporto utenti disabili, il servizio di trasporto a fini socio-riabilitativi presso centri pubblici di riabilitazione, ovvero convenzionati con le ASL pugliesi viene assicurato dalle aziende sanitarie locali competenti per territorio.
A seguito di deliberazione G.C. n. 68 del 12.04.2018, il Comune di Cisternino procederà all’erogazione del contributo sostitutivo del servizio di trasporto disabili per l’anno 2018 riconoscendo un contributo sostitutivo pari ad € 12,00 per utente per giornata di trasporto ai soli fini riabilitativi.

REQUISITI GENERALI
Hanno titolo a richiedere l’erogazione del contributo sostitutivo del servizio di trasporto ai soli fini riabilitativi gli utenti, residenti nel territorio comunale, che frequentano centri pubblici di riabilitazione, ovvero convenzionati con le ASL pugliesi, posti fuori dal territorio comunale, e che siano in possesso della certificazione relativa all’accertamento dell’handicap ai sensi della Legge 104/1992.

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA 
Ai fine dell’erogazione del contributo, i soggetti interessati, in possesso dei requisiti generali di cui sopra, dovranno produrre apposita istanza corredata dalla seguente documentazione:
  • copia della certificazione relativa all’accertamento dell’handicap ai sensi della Legge 104/1992;
  • dichiarazione, in forma di autocertificazione ai sensi del D.P.R. 445/200, relativa al Centro presso cui vengono effettuate le terapie riabilitative con indicazione del calendario di frequenza;
  • copia di un valido documento di riconoscimento di chi sottoscrive l’istanza;
EROGAZIONE DEL CONTRIBUTO 
Il contributo sarà erogato previa acquisizione della certificazione attestante le effettive giornate di accesso ai centri di riabilitazione, con decorrenza dal mese di gennaio 2018 per le istanze che perverranno all'Ente entro il termine di 30 giorni dalla data di pubblicazione dell'avviso pubblico, mentre per le istanze che perverranno all'Ente, oltre tale termine il contributo decorrerà dalla data di presentazione dell’istanza al protocollo dell’Ente.

MODALITA’ PER LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
La domanda di concessione del contributo firmata, a pena di esclusione, dal disabile o da chi ne esercita la tutela o la potestà, dovrà essere redatta in carta semplice unicamente, pena il mancato accoglimento, secondo il modello allegato al presente avviso, unitamente alla dichiarazione sostitutiva scaricabile dal sito web istituzionale www.comune.cisternino.br.it e presentata al protocollo dell’Ente.

Cisternino, 16 aprile 2018
                                                                                             Il Responsabile del Servizio
                                                                                           Dott.ssa Giuseppina Celestino
 
Documenti
  1. Domanda di contributo
  2. Avviso pubblico
Centro Antiviolenza "Insieme si può"
Il Centro Antiviolenza  "Insieme si può", gestito dalla Cooperativa “Ferrante Aporti”  è un servizio atto a fornire supporto e assistenza a donne e minori vittime di maltrattamenti e violenza.

È composto da un’equipe multiprofessionale di psicologi, assistenti sociali, educatori e avvocati che, nel rispetto della riservatezza e dell’anonimato, offre ad ogni donna o minore che subiscano violenza un aiuto concreto, al fine di riconquistare la propria serenità e libertà.

Il Centro Antiviolenza offre alle donne:
  • ascolto telefonico
  • accoglienza in sede su appuntamento
  • colloqui informativi con il personale del centro per ricevere le prime informazioni utili
  • percorsi di sostegno con colloqui continuativi per l'accompagnamento nel percorso di fuoriuscita dalla situazione di violenza
  • consulenza legale
  • ospitalità temporanea in Casa Rifugio ad indirizzo segreto per donne con o senza figli
  • incontri di informazione e sensibilizzazione sulle tematiche della violenza di genere e su quella subita o assistita dai minori

Se subisci o assisti ad episodi di violenza chiamaci all' 800688791. Ad ogni donna e minore che ci contatta sono garantiti anonimato, riservatezza e gratuità di tutti i servizi.


Obiettivi del Centro Antiviolenza :
  • aprire spazi di relazione in cui accogliere le donne che subiscono violenza e accompagnarle nella ridefinizione della propria esperienza per ricostruire stima e fiducia in sè e tracciare nuovi percorsi possibili insieme ai loro figli
  • attivare azioni di prevenzione dell'abuso e della violenza sui minori
  • attivare modalità strategiche utili a favorire l'emersione della condizione di sottomissione infantile
  • prevenire la violenza promuovendo azioni di formazione e sensibilizzazione sul territorio, a cominciare dalle scuole
  • operare in collaborazione con la rete territoriale per contrastare il fenomeno della violenza in tutte le sue sfaccettature, elaborando linguaggi condivisi e costruendo strumenti di lavoro sinergici.

Le donne ed i minori che si rivolgono al Centro possono contare sulla presenza di operatrici qualificate che lavorano in equipe per offrire un adeguato sostegno per uscire dalla spirale della violenza al fine di riconquistare la loro dignità.


Consorzio per l'integrazione e l'inclusione dell' Ambito Territoriale Sociale di Fasano - Ostuni - Cisternino 
 
Email: centroantiviolenzainsiemesipuo@gmail.com
Avvio percorso di progettazione partecipata per la stesura del Piano Sociale di Zona 2018-20
Approvato con Deliberazione n. 17 del 16 Aprile 2018 il percorso di progettazione partecipata per la stesura del nuovo Piano Sociale di Zona 2018-20


L’Ambito Territoriale Sociale di 2 BR, in attuazione della delibera di Giunta Regionale n. 2324 del 27 dicembre 2017, dà avvio al percorso di progettazione partecipata per la stesura del nuovo Piano Sociale di Zona 2018-2020 e intende procedere alla costituzione del Tavolo di Progettazione Partecipata così suddiviso su base tematica:
  • Area Socio-Educativa: promuovere e sostenere la prima infanzia , i minori e le famiglie
  • Area Socio-Assistenziale e Welfare d’Accesso: contrastare la povertà con percorsi d'inclusione attiva, promuovere la cultura dell'accoglienza e potenziare il Welfare d'accesso
  • Area Socio-Sanitaria: promuovere e assicurare la presa in carico integrata delle disabilità e non autosufficienze, prevenire e contrastare il maltrattamento e la violenza

I Soggetti che hanno diritto a partecipare alla realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali individuati dalla Legge Regionale n. 19 del 10 luglio 2006, dal Regolamento Regionale n. 4 del 18 gennaio 2007 e dal Piano per le Politiche Sociali 2018 – 2020, sono i seguenti: 
  • Organizzazioni di Volontariato, Cooperative Sociali, Associazioni di Promozione Sociale
  • Istituzioni pubbliche di assistenza e beneficenza
  • Istituzioni pubbliche (Centri di Servizio Sociale per Minori e Adulti del Ministero di Grazia e Giustizia), Scuole
  • Parrocchie, Oratori e altri Enti ecclesiastici riconosciuti con le quali lo Stato ha stipulato intese (art. 21 comma 3 Legge regionale 19/2006)
  • Fondazioni
  • Enti di Patronato

Le evidenze empiriche emerse dai precedenti cicli di programmazione hanno suggerito di avviare distintamente, rispetto al percorso di progettazione partecipata con tutte le Organizzazioni del Terzo Settore, sia pure in modo coordinato il Tavolo di Concertazione con le Organizzazioni Sindacali più rappresentative che sarà convocato agli esiti del percorso di progettazione partecipata con gli Attori sociali.

I soggetti aventi diritto devono possedere i seguenti requisiti: 
  • avere la sede sociale in uno dei Comuni afferenti all’Ambito di Zona di Fasano
  • operare in uno dei Comuni afferenti all’Ambito di Zona di Fasano  
  • si prescinde da tali requisiti per i Soggetti Pubblici 
  • ogni soggetto avente i requisiti richiesti può partecipare a uno o più Aree tematiche

I tavoli di Progettazione seguiranno il seguente calendario:
  •  03 maggio 2018 ore 17:30: I sessione Tavolo di Concertazione con la presenza di tutti gli attori del Terzo Settore e delle Istituzioni Pubbliche per Area Socio-Educativa presso la Sala di Rappresentanza del Comune di Fasano, Piazza Ciaia;
 
  •  09 maggio 2018 ore 16:30: I sessione Tavolo di Concertazione con la presenza di tutti gli attori del Terzo Settore e delle Istituzioni Pubbliche per Area Socio-Assistenziale e Welfare d’Accesso presso la Sala di Rappresentanza del Comune di Fasano, Piazza Ciaia;
 
  • 17 maggio 2018 ore 16:30: I sessione Tavolo di Concertazione con la presenza di tutti gli attori del Terzo Settore e delle Istituzioni Pubbliche per Area Socio-Sanitaria presso la Sala di Rappresentanza del Comune di Fasano, Piazza Ciaia;


Documenti
  1. Deliberazione n. 17 del 16/04/2018
  2. Modulo di partecipazione
  3. Scheda di idea progetto