Chiesa S. Quirico
03/02/2017
Chiesa S. Quirico


La leggenda racconta che nel XVII secolo, quando il flagello della peste imperversava in tutta la Puglia, nel sito dove ora sorge la chiesa, apparve san Quirico che con un gesto miracoloso riuscì a liberare la città dalla peste. E fu così che il popolo spinto dal senso di forte gratitudine decise di edificare in quel punto, fuori dalle mura, la chiesa di san Quirico.
La chiesa fu edificata nei primi anni del 1600 e fu dedicata, logicamente, a san Quirico e a sua madre, san Giulitta, martirizzati all’inizio del IV secolo sotto l’impero di Diocleziano in Turchia.
La chiesa in origine aveva la forma di un semplice edificio rettangolare con un tetto spiovente, un solo ingresso e un rosone sulla facciata. Lateralmente, a vista, si erge una struttura dalle dimensioni un po’ più modeste, destinata un tempo alla canonica e qui era collocata la cosiddetta Ruota di san Quirico, meglio nota come la ruota degli esposti. Si trattava di un vano-finestra attraverso il quale le fanciulle madri potevano abbandonare i bambini che per vari motivi non avrebbero potuto crescere.
Oggi l’aspetto esterno della chiesa è cambiato. La facciata è piatta, ingentilita da un rosone e da un ingresso con timpano triangolare molto sporgente. Qui si colloca una lunetta con al centro la statua di san Quirico. Il profilo superiore è coronato da archetti a sesto acuto pieni.
L’interno della chiesa è ad una sola navata. Sulla parete retrostante l’altare maggiore sovrasta un’immensa macchina d’altare in pietra calcarea scolpita. Si tratta di una scenografica composizione barocca decorata da girali, foglie di canto e putti. Al centro dell’altare c’è la tela raffigurante il Martirio di san Quirico e san Giulitta, firmata in basso a sinistra da <IOSEPHUS ANT.US SAMPIETRO DA ROCCAFORZATA F.CIT 1850>. Di lato sporgono le statue di san Francesco d’Assisi e di sant’Antonio da Padova.
Lateralmente all’ingresso, sulla sinistra, sporge la statua del santo bambino martirizzato, san Quirico con le chiavi della città in mano.

 
Cisternino
Via San Quirico 21